Il piano Industria 4.0 rappresenta un’opportunità unica per investire in macchinari di alta qualità che consentono alle imprese di lavorare in modo più efficiente e sicuro.

Fino a poco tempo fa sull’ acquisto di nuovi macchinari veniva applicato il cosiddetto super-ammortamento e su macchinari innovativi in chiave industria 4.0 l’iper-ammortamento. Queste tipologie di contributi erano difficilmente accessibili e perciò sono stati sostituiti dal Credito d’imposta per gli investimenti (ex super-ammortamento) e Credito d’imposta 4.0 (ex iper-ammortamento).

Chi può accedervi?

A tale contributo posso accedere tutte le imprese (PMI e GI) residenti in Italia, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza e dal regime fiscale di determinazione del reddito.

Sono  escluse  le  imprese  in  stato  di  liquidazione  volontaria,  fallimento,  liquidazione coatta   amministrativa,   concordato   preventivo   senza   continuità   aziendale,   altra procedura  concorsuale.  Sono  inoltre  escluse  le  imprese  destinatarie  di  sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.

Tipo di contributo

Per quanto riguarda gli investimenti in industria 4.0., il Credito verrà calcolato sul costo sostenuto come segue:

Per gli investimenti effettuati dal 16/11/2020 al 31/12/2021, o fino al 31/06/2022*

  • 50% del costo sulla quota complessiva di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 30% del costo sulla quota complessiva di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino ai 10 milioni di euro;
  • 10% del costo sulla quota complessiva di investimenti oltre i 10 milioni di euro e fino ai 20 milioni di euro;

(*A condizione che entro il 31/12/2021 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.)

Per gli investimenti effettuati dal 01/02/2021 al 31/12/2022, o fino al 31/06/2023**

  • 40% del costo sulla quota complessiva di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 20% del costo sulla quota complessiva di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino ai 10 milioni di euro;
  • 10% del costo sulla quota complessiva di investimenti oltre i 10 milioni di euro e fino ai 20 milioni di euro;

(**A condizione che entro il 31/12/2022 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.)

Per gli investimenti effettuati tramite contratti di locazione finanziaria, il costo ammissibile è quello sostenuto dal locatore per l’acquisto dei beni.

Modalità di utilizzo

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione: 3 quote annuali di pari importo, a decorrere dall’ anno di avvenuta interconnessione dei beni stessi. Nel caso l’interconnessione avvenga in un periodo successivo a quello della loro entrata in funzione è comunque possibile iniziare a fruire del credito d’imposta per la parte spettante, nella percentuale base del 6%-10%.

La fruizione del beneficiario è subordinata al rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e al corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

Il credito d’imposta non può formare oggetto di cessione o trasferimento neanche all’interno del consolidato fiscale. Il credito d’imposta non concorre alla formazione del reddito nonché della base imponibile dell’IRAP.

E’ cumulabile con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi a condizione che tale cumulo non porti al superamento del costo sostenuto.

IMPORTANTE: Non tutti gli investimenti rientrano a far parte di questa tipologia di contributo. Per avere l’elenco completo di tutti quelli ammissibili, compila il modulo qui sotto!

Ricevi il file completo di tutte le informazioni!


    Per qualsiasi informazione o richiesta compila il modulo qui sotto e verrai ricontattato da un nostro consulente che risponderà a tutte le tue domande!

    Ecco i nostri tecnici al lavoro per ultimare alla perfezione uno dei nostri pallettizzatori.

    Leggi l'articolo

    Sintesi in collaborazione con Innova S.R.L. : incentivi disponibili per le imprese in ambito automazione e sicurezza sui luoghi di lavoro.

    Leggi l'articolo

    Incentivi disponibili per le imprese in ambito automazione e sicurezza sui luoghi di lavoro

    Leggi l'articolo

    In questo momento così delicato della nostra storia, SINTESI SRL si sta impegnando per garantire al massimo la propria operatività.

    Leggi l'articolo

    Il comparto delle macchine per packaging italiane prosegue la sua crescita il cui fatturato complessivo, nel 2019, supera la soglia record degli 8 miliardi di euro.

    Leggi l'articolo